Yoga e Canto in gravidanza

un viaggio verso il parto con naturalezza

Ascolta nel suono delle onde il respiro di Dio
Scorgi la sua voce nel mormorio del vento
Trova nella terra il suo insegnamento di saggezza
Ricevi dal Sole il dono del suo Amore

Saraswati

Le lezioni di una ora e mezza sono così strutturate:

  • una breve parte teorica con l’introduzione di un tema di riflessione
  • hatha yoga
  • canto

 

La pratica di Hatha Yoga fortifica  il fisico, aiuta a conoscere e migliorare il ritmo respiratorio e a usare il respiro come mezzo per una osservazione dell’interno del proprio corpo. Contribuisce a rendere questo tempo di transizione più pacifico e sereno. Serve a mantenersi in salute, ad aumentare la mobilità di bacino e anche in previsione di travaglio e parto.
Ti rende consapevole delle dinamiche del tuo corpo mentre ti prendi il tempo di ascoltarti.
Imparerai a riconoscere e “vedere” il tuo bambino attraverso le sensazioni del corpo.
Imparerai a riconoscere la pace del fisico, la sicurezza e la quiete della mente.

Il Canto vibrazionale è una metodologia che persegue l’equilibrio psico-fisico ed energetico attraverso tecniche che utilizzano il suono, la musica, la voce, il ritmo e la respirazione.

L’accompagnamento alla gravidanza e alla nascita attraverso l’uso del proprio canto è un tipo di pratica derivata dalla tradizione dell’India. Di grande aiuto per affrontare il travaglio e il parto. E di grande aiuto anche per calmare il pianto del piccolo, una volta nato.
Il bambino riconosce i suoni che ha ascoltato quando era nella pancia, quando era al sicuro dentro di te, ed essi lo rassicurano, lo calmano.

Si tratta di un metodo efficacissimo, una sorta di “yoga musicale” in grado di guidare le gestanti nella gravidanza e al parto naturale con la consapevolezza del proprio respiro e della potenzialità della propria voce. 

La voce rappresenta ogni aspetto di noi.
La voce può essere usata in diversi modi nella gestazione, nel travaglio, nel parto e dopo la nascita.
Il canto si può usare per calmare o attivare.
Può essere rivolto all’interno di sé per rilassarsi e “parlare” al proprio bimbo durante i primi mesi di gravidanza,con l’accompagnamento della tampura o dello swara mandala, o rivolta all’esterno di sé per attivare il processo di forza e determinazione in vista di un  parto naturale e consapevole con l’accompagnamento dell’harmonium.
La relazione con il proprio corpo attraverso le vibrazioni della propria voce è utile anche a prevenire complicanze in gravidanza e nel travaglio, in particolare in caso di frequenza di aborti spontanei o difficoltà a rimanere incinta.
Non occorre saper cantare né essere intonate .

Le mamme che hanno partorito e che desiderano proseguire lo yoga possono accedere, dopo il secondo mese post partum,  a BabyMammaYoga

Vedi orari e sedi delle lezioni!

Vai a vedere la galleria foto

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 643 iscritti.


Share This