Meditazione

maestria della mente

Meditare è guardare in profondità nel cuore delle cose.
(Thich Nhat Hanh)

Meditare è assaporare il silenzio della mente.
La meditazione è uno stato dell’essere che con la pratica diventa parte integrante della vita.

Gli insegnamenti seguono la tradizione induista classica del Raja Yoga.
Imparerai a creare uno spazio vuoto in te stessa/o, affinché una altra dimensione possa apparire, la dimensione dell’Unità, della pace del cuore, dell’Amore.

Immagina di voler bere un bicchiere di acqua pura. Il tuo bicchiere contiene invece acqua torbida.
Devi lasciare sedimentare la sabbia affinché l’acqua pura appaia.
La sabbia rappresenta i pensieri, le emozioni, le ansie e le agitazioni di ogni genere.

Il primo passo è la concentrazione.
Il successivo è l’astrazione dai pensieri.

 

Esistono varie tecniche per calmare la mente: uso del respiro, uso della visione, uso del suono, osservazione quieta e distaccata dei processi mentali.
Esistono varie tradizioni e culture: ogni popolo ha il suo modo di meditare. La nostra tradizione cristiana usa spesso la preghiera, il silenzio, la contemplazione.
La tradizione buddista e induista usano la consapevolezza, il mantra, il silenzio.
Le tradizioni mistiche islamiche e le tribù africane usano il movimento del corpo, la danza e la musica.
Tutti, indistintamente, vanno verso la conoscenza di una “altra dimensione”, una dimensione “dentro” e non legata al mondo esterno.
Una dimensione interiore che ci proietta verso l’Infinito.

 

Per ottenere risultati significativi sulla calma della mente e sulla concentrazione occorre praticare regolarmente.

 

Raja Yoga

Significa Yoga Regale.
E’ quella parte della disciplina Yoga, codificata in tempi molto antichi dal saggio Patanjali, VI secolo D.C., che si occupa di consapevolezza e maestria della mente e dunque dei pensieri che la mente produce.
E’ la parte più elevata del percorso di purificazione dello yoga, che inizia con la padronanza del corpo fisico ( hatha yoga), del respiro ( pranayama, gestione della energia vitale), delle emozioni e comportamenti personali e all’interno della società ( pratyahara, yama e niyama) e che termina nella maestria della mente.

La mente comanda il nostro corpo fisico, la sua salute e la sua malattia, sia fisica che mentale.
Conoscere la mente significa imparare a ridurre molte sofferenze.

Impareremo la consapevolezza attraverso pratiche di respiro e di concentrazione.

 

Utilizzeremo, a volte, anche il mezzo del suono per veicolare un messaggio di cura e liberazione al profondo del nostro Essere.
Il suono è strumento potente per poter acquietare la mente.
Il suono è strumento potente per pulire tutto il proprio sistema energetico.
Il suono rinforza il sistema immunitario.
Usare la propria voce significa rinforzare il sistema polmonare e sostenere la voglia di vita.
Non occorre saper cantare per emettere il suono con le proprie corde vocali.

Poi, il silenzio.

 

Benefici

Migliora la capacità di concentrazione, abbassa la pressione sanguigna, aumenta le difese immunitarie, calma il cuore e regola le emozioni, la mente comanda il corpo e le sue cellule quindi la meditazione serve per gestire meglio malattie anche degenerative e invalidanti del sistema immunitario, calma, migliora lo stress, è un veicolo per conoscersi meglio e trasformare i lati della nostra vita che non amiamo.

 

Il corso si svolge il martedi sera ore 20.30 – 22 a Rivalta.

 

Vedi gli orari e i giorni degli incontri

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 643 iscritti.


Share This